Logo versione mobile

Birra Dormisch, spirito friulano dal 1881.

12 dicembre 2017
Udine - Palazzo Kechler

L’occasione del rilancio del marchio storico friulano è colta per rappresentare la storia di Dormisch in una mostra allestita a Palazzo Kechler.

Oggetti originali e documenti, accompagnati da pannelli narrativi, illustrano le vicende di una avventura imprenditoriale iniziata nel 1881 a Resiutta, in provincia di Udine, dove Francesco Dormisch, originario della Slovenia, rilevò una piccola fabbrica di birra. 

A Resiutta Francesco fu attratto da un contesto naturale fiabesco, incorniciato dai picchi delle Alpi Giulie, e dalle fresche e pure acque del torrente Resia. In una galleria-ghiacciaia del Monte Gravizze – ancora oggi visibile – Francesco impiantò la sua fabbrica, per trasferirla in città, a Udine, nel 1991.

A Udine la nuova fabbrica fu posizionata lungo il canale Ledra, per sfruttare la forza idrica per azionare i macchinari. Lo stabilimento produttivo fu affiancato da un elegante villino destinato ad uffici e sede del direttore, progettata dall’architetto Ettore Gilberti nel 1928.

I più celebri architetti e fotografi del Triveneto lavorarono in quegli anni per Birra Dormisch: un chiaro segnale del rilievo che il marchio Dormisch aveva acquisito nell’economia e nel mercato locali. Al 1924 risale il manifesto che il celebre illustratore Mauzan disegnò per Dormisch.

La fusione per incorporazione di Birra Dormisch in Birra Peroni fu deliberata nel marzo 1953 e il marchio Dormisch rimase nel portafoglio prodotti di Birra Peroni fino agli anni Ottanta.

Ripartendo dalle sue origini, Birra Dormisch torna oggi per celebrare il suo spirito friulano.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto