SEZIONE BLU

1. Il lancio di Nastro Azzurro

Il kit di presentazione di Nastro Azzurro alla clientela, la nuova birra premium nata nel 1963, in pieno boom dei consumi birrari.

 

 

2. L' evoluzione del pack di Nastro Azzurro

Dal basso verso l'alto, l'evoluzione del packaging di Nastro Azzurro tra gli anni Settanta e i primi anni 2000: il legame con la vita all’aria aperta, lo sport, il mare e il viaggio è una costante nell’iconografia e nella comunicazione del marchio.

 

 

3. In viaggio con Nastro Azzurro

Una celebre immagine pubblicitaria di Nastro Azzurro.
La birra deve il suo nome ad un omaggio al transatlantico italiano Rex che nel 1933 riuscì a conquistare il premio Nastro Azzurro.

Nastro Azzurro: La Birra Premium di Birra Peroni


Tra il 1963 e il 1964, in pieno boom dei consumi birrari, nasce Peroni Nastro Azzurro, la birra premium con cui Birra Peroni viene incontro ai consumatori più esigenti, amanti di sapori più marcati.

Il nome Nastro Azzurro, lo stesso del premio allora conferito alla nave che effettua la traversata atlantica, instaura un nesso immediato con il mare, la natura, la vita all’aria aperta. Il brand si lega così a tutti i momenti intensi ed estemporanei della vita quotidiana.

Per il packaging di Nastro Azzurro si utilizzano colori e design innovativi, in contrapposizione ai canoni grafici fino ad allora dominanti in campo birrario.

Alla selezione mondiale della birra del 1965 Nastro Azzurro si posiziona al primo posto nella sua categoria. Un risultato non da poco per una birra appena nata.